MIELE DI ACACIA
  • Disponibilità: In Stock
  • Prod.: WonderUmbria
  • Codice: 0242
  • Giacenza: 15
  • + Lista dei desideri

MIELE DI ACACIA

Trasparente come l'acqua e dall'aroma delicato.
Indicato per poppanti e bambini, specie se hanno infiammate le mucose dell'apparato respiratorio e del sistemo gastro-intestinale.
Intiepidito e mescolato ad egual quantità d'acquavite diventa valido energetico e ricostituente.

Ottimo abbinato a qualsiasi tipo di formaggio

Contenuto: gr. 500

Prezzo: 12,50€

Qtà: + -

Info e ricette

RICETTE
Ricetta Liquore al miele: intiepidire a bagno-maria ½ Kg.di miele di acacia e tolto dal fuoco aggiungervi mescolando ½ litro di acquavite. Filtrare Per facilitare la digestione:1 cucchiaio di miele e ½ limone sciolti in un bicchier d'acqua. Insonnia:1 o 2 cucchiai di miele prima di coricarsi; se il miele nausea, lo si può prendere con l'acqua e limone. Contro l'anemia e la debolezza generale: sbattere due parti di burro o panna con una parte di miele, qualche goccia di limone e spalmare la crema sul pane a colazione. Raffreddori e catarri: latte caldo con una cucchiaiata di miele mescolata all'ultimo momento. Abbassamento di voce e malattie della gola:gargarismi con acqua e miele.
IL MIELE
Cos'è il miele Il miele è il prodotto alimentare che le api domestiche producono dal nettare dei fiori o dalle secrezioni prodotte da parti vive di piante o che su tali si trovano e che esse bottinano e trasformano combinandole con specifiche sostanze da esse stesse prodotte per poi immagazzinarlo nei favi affinché maturi. Il lavoro a cui assolvono questi insetti è molto oneroso in quanto molte specie di fiori secernono nelle 24 ore, nettare nell'ordine di 1 mg ed inoltre le diverse condizioni climatiche nonché la diversa natura del terreno, possono dar luogo a produzioni qualitativamente e quantitativamente molto variabili anche nel corso dello stesso anno. La composizione dei nettari della nostra regione provenienti da una disparatissima flora botanica conferiscono al prodotto caratteristiche spesso diverse negli anni sia per quanto concerne il colore, che l'aroma e il gusto del prodotto finale, ma ciò a garanzia di una sicura genuinità del miele, che se raccolto con una percentuale di umidità inferiore al 18%, tenderà a cristallizzare nel giro di poco tempo e con l’abbassarsi della temperatura, da liquido si convertirà in una pasta più o meno consistente e cristallina, che spesse volte tende a formare, per effetto della contrazione della massa stessa, effluorescenze più chiare e di aspetto zuccherino contro le pareti del vaso. I principali zuccheri che possiamo rilevare nel nettare sono: saccarosio, glucosio e fruttosio che riscontriamo a seconda del tipo di nettare stesso, in diversa percentuale, con predominanza dell’uno sull’altro o anche in quasi eguale proporzione, oltre ad altre piccole quantità di altri zuccheri e composti chimici come sostanze aromatiche, enzimi, amminoacidi, acidi organici nonchè sali minerali. Se ben conservato in luogo fresco ed asciutto e al riparo dalla luce, il miele può essere utilizzato senza subire alterazioni consistenti per un periodo di tempo che va oltre l’anno di produzione, in quanto lo potremmo definire un alimento vivo se non manipolato e cioè estratto maturo dai favi e non riscaldato. Il favo è quella struttura formata da celle esagonali di cera in cui le api immagazzinano il miele e che permette, una volta che il miele vi sia stato percolato, di poterlo acquistare opportunamente confezionato all’interno delle celle stesse, così da poter essere consumato tale e quale le api lo hanno prodotto e senza il benché minimo intervento dell’uomo.
Le sostanze del miele Acqua 17%-Fruttosio 39%-Glucosio 35%-Saccarosio 5%-altri zuccheri (raffinosio, maltosio, melibiosio, isomaltosio, erlosio, doxtrantiose, kofibiosio) Acidi:(elenco di quelli accertati con sicurezza da più fonti): gluconico, piroglutammico, fosforico, citrico, cloridrico, acetico, malico, lattico, butirrico, succinico, formico, ossalico, con proprietà anche antisettiche. Enzimi acidificanti:(vegetali ed animali in ordine d'importanza e di quantità): invertasi, diastasi o amilasi, catalasi, fosfatasi e glucosio ossidasi(che aiutano la digestione). Polline:(non è presente nelle melate):da 2.000 a 10.000 granelli per ogni grammo di miele da nettare. Vitamine: tracce valutabili in milligrammi e solo nel miele grezzo,non riscaldato a più di 60°e non filtrato, contenute nel polline ed idrosolubili: tiamina, riboflavina, acido ascorbico, pirodossina, acido pantotenico, biotina, acido folico, acido nicotinico, vitamine B2,B1,B6,C,PP (essenziali per il mantenimento della salute). Oligoelementi e minerali: potassio, cloro, zolfo, calcio, sodio, fosforo, magnesio, silicio, ferro, manganese, rame, cromo, zinco, cobalto, nickel, litio. (i mieli scuri sono più ricchi di mierali). Proteine ed aminoacidi(0,26%): leucina, isoleucina, ac.aspargico, ac.glutammico, fenilalanina, treonina, alanina, arginina, istidina, glicina, lisina, serina, valina, cisteina, prolina, histidine, methionina e triptofano (catalizzatori di processi vitali) Ormoni: Sostanze della crescita. Acetilcolina. Inibine: Sostanze ad azione antibiotico-simile. Esteri volatili, metilantrailato. Sostanze Aromatiche: aldeide isobutirrica, formaldeide, acetaldeide, acetone, diacetile, alcooli alifatici, chetoni. Colloidi (0,1-1%):-pigmenti-idrossimetilfurfurolo che degrada il fruttosio (nel miele vecchio) Il miele è considerato grezzo e vergine se non riscaldato a più di 45° e se non è filtrato. Il miele filtrato, pastorizzato o riscaldato eccessivamente perde enzimi, oligoelementi e sostanze aromatiche. Col tempo e se esposto alla luce il miele perde enzimi, aromi e diventa più scuro. Può inacidire se contiene più del 18% di acqua o, se scoperto ed esposto all'umidità
Qualità e proprietà dei mieli Tutti i mieli hanno virtù terapeutiche se usati nelle malattie del cuore, del fegato, dello stomaco, dell'intestino e del sangue; ma quando l'apicoltore, appassionato nomadista, trasferisce le api sulle fioriture monoflore e riesce ad ottenere mieli specifici, allora l'efficacia del miele si differenzia da tipo a tipo e da alimento energetico diventa medicina. QUALITÀ E PROPRIETÀ DEL MIELE: Miele di Abete: quasi nero, mescolato a melata. Dal sapore molto gradevole. Deodorante. Indicato per chi ha l'alito cattivo. Utile nelle epatiti, dermatosi e pruriti. Miele di Acacia: trasparente come l'acqua e dall'aroma delicato. Indicato per poppanti e bambini, specie se hanno infiammate le mucose dell'apparato respiratorio e del sistemo gastro-intestinale. Intiepidito e mescolato ad egual quantità d'acquavite diventa valido energetico e ricostituente. Miele d'Arancio o d'Agrumi: chiaro, profumato, dall'aroma poco nauseante. Ha potere cicatrizzante (indicato nelle ulcere); battericida, antimalarico (nell'influenza); concilia il sonno se prima di coricarsi. Ottimo dissetante mescolato con tè ghiacciato. Miele di Castagno: varia dal noce chiaro ad un noce quasi nero, di sapore amarognolo o addirittura amaro. Ricco di sali minerali, sudorifero, espettorante, disinfettante delle vie urinarie. Stimola la circolazione del sangue, astringente nei casi di dissenteria. Miele di Corbezzolo: color caffèlatte più o meno marcato. Amarissimo, quasi disgustoso, efficace per gli asmatici (un cucchiaio prima di coricarsi) Miele di Erba Medica: dal giallo oro al giallo ocra. Azione antispasmodica, diuretica, lassativa. Energetico, raccomandato agli sportivi. Miele di Erica: dal colore arancio paglierino. Diuretico, antireumatico; disinfettante delle vie urinarie. Consigliabile nei casi di cistite. Il miele di erica lo si trova spesso mescolato al miele di collina e di montagna. Miele di Eucalipto: dal colore noce chiaro, brillante se liquido. Antiasmatico, anticatarrale, antispasmodico, emolliente. Facilita l'espettorazione, calma la tosse. Cicatrizzante, indicato nelle affezioni della bocca (laringite) Miele di Girasole: color giallo intenso. Ha proprietà diuretiche, stimolanti, essudative. Ottimo febbrifugo per i bambini, indicato per chi soffre di stomaco o di raffreddore. Miele di Limone: color avorio. Conserva le stesse caratteristiche del miele di agrumi. Contiene solo l'1% di saccarosio in 1 Kg. Efficacissimo nella cura dell'influenza. Miele di Lavanda: bianchissimo, dal profumo caratteristico. Diuretico, lassativo ed antireumatico. Raccomandabile per la tosse. Corroborante dello stomaco e calmante dell'affanno dell'asma. Miele di Millefiori: dal color noce chiaro-arancio scuro, a seconda delle annate e dei pascoli. Ha proprietà multiple a seconda che raccolga il nettare ed il polline di fiori vari di pianura, di collina o di montagna. Alta Montagna (1200-1800 mt.): è più puro ed è indicato anche per usi esterni: eczemi, acne, foruncoli e lentiggini. Abbassa la pressione del sangue, dirada gli ingorghi del fegato ed è indicato anche contro la tosse. Collina (300-600 mt.): ha proprietà multiple: diuretico, anticatarrale, antinevralgico, antireumatico. Pianura:(se è dato da fiore di alloro, sambuco, ortiche, lauri, colchici, primole, tarassaco, menta, rose, papaveri ecc...) è il più ricco di virtù terapeutiche, anche antidiarroiche, antiscorbutiche. E' indicato agli obesi, perchè dà energia senza ingrassare. Miele di Rovo: color marrone, quasi rossiccio. Contiene acido tannico, malico, peptico e sali di calcio e potassio. Ottimo rinfrescante, contro lo scorbuto e le infiammazioni della bocca, e nelle diarree dei bambini. Miele di Sulla: dal colore avorio al bianco se cristallizzato. Ha azione lassativa, diuretica, tonica, depurativa. Indicato per la cosmesi e le cure di bellezza. Miele di Tiglio: ambrato dall'aroma pungente. Contiene tilliacina. Ha proprietà diuretiche, sudorifere; calma le affezioni nervose, il raffreddore. Benefico a stomaco ed intestino. Concilia il sonno. Quasi tutti i mieli millefiori contengono miele di tiglio. Miele di Timo: dal color noce chiaro. Tonico: aumenta le forze fisiche. Indicato nelle influenze. ******** I mieli d'acacia, abete e castagno si mantengono a lungo liquidi; tutti gli altri mieli cristallizzano. I contenitori più indicati per la conservazione del miele sono di vetro. Il miele và coperto e conservato al buio, non nel frigo

Recensioni (0)

Scrivi una recensione

Il Tuo Nome: La Tua Recensione: Nota: Il codice HTML non è tradotto! Punteggio: Negativo Positivo Inserisci il codice nel box di seguito:

© 2018 copyright www.wonderumbria.com
T: +39 075 97930892 - M: +39 348 6501475 - F: +39 075 9480104
P.I. 02837650544 - C.C.I.A.A. N. 244834
hosting & design by WebDesignProduction